mail unicampaniaunicampania webcerca

    Francesca MUZZILLO

    Insegnamento di PROGETTAZIONE PER GLI SPAZI PUBBLICI

    Corso di laurea in DESIGN E COMUNICAZIONE

    SSD: ICAR/12

    CFU: 6,00

    ORE PER UNITÀ DIDATTICA: 48,00

    Periodo di Erogazione: Primo Quadrimestre

    Italiano

    Lingua di insegnamento

    ITALIANO

    Contenuti

    L’insegnamento si propone di fornire agli studenti gli strumenti metodologici per gestire il processo progettuale di sistemi per lo spazio pubblico aperto in una città resiliente.
    Si intende trasferire agli studenti conoscenze e metodi orientati a sviluppare:
    - capacità creative, esecutive, realizzative e di controllo prestazionale per oggetti dello spazio esterno, con individuazione tanto dell'inserimento nel contesto dell'ambiente costruito e del paesaggio quanto della attendibilità e affidabilità alla scala di dettaglio.
    - competenze circa il controllo della dimensione ambientale del progetto.
    I fondamenti teorici da cui ci si muove sono legati al giardinaggio formale e informale, alla Land art, alla architettura smontabile, alle cosiddette “tecnologie povere”.

    Testi di riferimento

    In aggiunte alle specifiche indicazioni che saranno fornite durante lo svolgimento del corso in relazione agli argomenti oggetto di approfondimento si consigliano i seguenti testi, di cui il docente fornirà estratti in quantità non superiore al 10% del numero di pagine complessivo:
    - F.A. Cerver, World of Environmental Design. Landscape Art, Whitney Barcelona 1996
    - F. Muzzillo, L’architettura dei movimenti di terra. Nuove tettoniche per una progettazione del recupero ambientale, Clean Napoli 1993
    - J. Brown, Gardens of aGolden Afternoon. The story of a partnership Edwin Lutyens and Gertrude Jekyll, Penguin, Harmondsworth 1982

    I testi di riferimento sono integrati dalla consultazione di:
    - DETAIL magazine
    - Dezeen | architecture and design magazine
    - designboom magazine
    Si invitano gli studenti alla consultazione dei manuali tecnici esecutivi, di cui di volta in volta si indicano i riferimenti.

    Obiettivi formativi

    Fornire allo studente le conoscenze essenziali per un intervento sullo spazio pubblico e le competenze necessarie per elaborare delle risposte progettuali complesse a partire dall’individuazione del quadro problematico di partenza. Il tutto secondo un approccio sistemico e multiscala.
    Obiettivo è la capacità di creare disegni esecutivi di dettaglio tecnologico in relazione a prestazioni sostenibili per gli spazi aperti.

    Prerequisiti

    Capacità di utilizzo dei principali software per la restituzione grafica e disegno a mano libera.

    Metodologie didattiche

    Prova ex-tempore per valutare le competenze in ingresso (metodo acquisito).
    Lezioni frontali.
    Attività di disegno e progettazione in aula (elaborati grafico-descrittivi) secondo il calendario stabilito dal docente (consegne intermedie e workshop).

    Esercitazioni in aula a mano libera e successiva esposizione e valutazione
    lavori di gruppo computerizzati in aula e definiti da soli
    revisioni periodiche esposizione dei fondamenti culturali

    Metodi di valutazione

    I lavori di elaborazione a seguito delle lezioni frontali saranno individuali e svolti singolarmente con la presenza e cooperazione del docente.
    I lavori applicativi sperimentali saranno anche eventualmente svolti in gruppo, con un limite massimo di tre componenti per gruppo.

    Altre informazioni

    La valutazione segue l'iter didattico in continuum attraverso la verifica intercorso degli elaborati grafico-descrittivi prodotti nelle diverse fasi del corso.
    Esame finale: esposizione degli elaborati grafici e verifica orale della maturità raggiunta sulle tematiche trattate durante il corso.
    In particolare si richiede allo studente: capacità di sintetizzare l'idea progettuale, controllo sia delle strategie e soluzioni tecnologiche adottate sia delle ricadute, in termini ambientali, sul contesto di progetto.

    Programma del corso

    Il programma si articola in due parti, una teorica in cui gli studenti acquisiscono le conoscenze relative ai principali focus legati alla progettazione degli spazi aperti; un’altra laboratoriale in cui gli studenti applicando tali concetti sono invitati ad elaborare una proposta progettuale e sperimentale applicativa.
    Tale proposta dovrà rispondere ad uno specifico brief di progetto indicato dal docente.
    L’obiettivo dell’applicazione progettuale è di trasformare, secondo le metodologie progettuali proprie della progettazione ambientale, micro-spazi aperti.
    A partire dall'individuazione degli elementi caratterizzanti l’area oggetto di studio (analisi tecnologico-ambientale) gli allievi saranno invitati a riflettere su alcuni temi progettuali per i quali si chiederà altresì una realizzazione concreta di una piccola porzione del progetto unitaria in scala reale con materiali poveri, onde sviluppare una capacità operativa e un riscontro con il mondo esterno all’ambito formativo, in vista di un lavoro futuro che abbia ricadute sul territorio e inneschi dinamiche di recupero e riqualificazione a partire da elementi a piccola scala.
    Nella fase finale dell'insegnamento gli studenti dovranno elaborare soluzioni di dettaglio esecutivo, tenendo in considerazione le proprietà dei materiali, coerentemente alle tecnologie scelte.

    English

    Teaching language

    Italian

    Contents

    The content of teaching is aimed to give appropriate methodological tools to students in order to manage design for open public spaces in view of a more resilient environment. It is intended to provide adequate capabilities into the fields of creative design, executive detail drawing, both into the built environment and into the natural environment. The knowledge of English Landscape Gardening and of Land Art experiences guides to a flexible architecture that can be disassembled. The underlying view is to "Poor Technologies" principles.

    Textbook

    In addition to specific information that will be given while delivering the course, the following references are recommended: - F.A. Cerver, World of Environmental Design. Landscape Art, Whitney Barcelona 1996
    - F. Muzzillo, L’architettura dei movimenti di terra. Nuove tettoniche per una progettazione del recupero ambientale, Clean Napoli 1993
    - J. Brown, Gardens of aGolden Afternoon. The story of a partnership Edwin Lutyens and Gertrude Jekyll, Penguin, Harmondsworth 1982.
    Moreover it is recommended to consulting the following Magazines: Dezeen, Detail, designboom.
    Technical handbooks are useful too.

    Training objectives

    In view of complex jobs, the goal is the essential knowledge for designing public spaces and the capability of making technological details with reference to requirements in the field of sustainability for open collective spaces, starting from the requirements. The approach is multiscale, complex and systemic.

    Prerequisite

    Capability with main software for graphic and also sketches handmade.

    Teaching methods

    Ex-tempora proofs in order to know the grade of competences. Lesson ex-cathedra. Workshops. Sketches and revisions.

    Evaluation methods

    Works after lessons will be both individual and in groups, of maximum three students, with reference to capabilities of briefly giving ideas of project and then capabilities in designing at detail scale

    Others

    The evaluation follows the formative process, through periodical tests, graphic and drawing proof made in class, which are individual and design proof as homework. Particularly students should solve design problems in consideration of requirements, previewed performances, strategies.

    Course Syllabus

    The program is divided into two parts, one theoretical for main principles basic knowledge for open spaces design, the other one, the other one is a laboratory workshop activity, in which students can elaborate an experimental design work. This workshop must be accorded to teacher's basic design brief. The goal is reaching at the same time creative and detail capabilities for micro-spaces in the open environment. The operative application should also include a 1/1 scale partial model of a specific micro unit of the project. The application should respond to the request of improving the quality of small- scale living spaces.
    In the last phase of the course students are invited to design details corresponding to chosen materials and systems.

    facebook logoinstagram buttonyoutube logotype