mail unicampaniaunicampania webcerca

    Salvatore COZZOLINO

    Insegnamento di PROG. ARCHITETTONICA (MOD.1)

    Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE DELL'EDILIZIA

    SSD: ICAR/14

    CFU: 6,00

    ORE PER UNITÀ DIDATTICA: 48,00

    Periodo di Erogazione: Annualità Singola

    Italiano

    Lingua di insegnamento

    italiano

    Contenuti

    L'insegnamento è centrato sullo studio del processo ideativo attraverso un'esperienza di progetto architettonico. Sulla base di lezioni teoriche e di una articolata fase progettuale, il tema annuale consiste in una modificazione ambientale svolta per soddisfare esigenze includibili in un edificio di modeste dimensioni completo delle sistemazioni all’esterno.

    Testi di riferimento

    Un manuale e qualche libro di poesie è sufficiente per avviare la propria personale esperienza di conoscenza nella convinzione che, potendo ricordare molto poco rispetto a quanto esiste, è importante imparare a dimenticare per meglio selezionare. Per cominciare si suggerisce:
Italo Calvino, Lezioni americane (sei proposte per il terzo millennio), Garzanti. Milano, 1988.
Domenico de Masi, L’emozione e la regola, Laterza. Bari, 1989.
Douglas Coupland, La vita dopo Dio, Marco Tropea. Milano 1996.
Ezio Manzini, La Materia dell’Invenzione, Arcadia. Milano 1986.
Andrea Branzi, La crisi della qualità, Edizioni Della Battaglia. Palermo 1997.
Salvatore Cozzolino, Visioni e Costruzioni, Alinea. Firenze 2007.
    Yuval Noah Harari, Homo deus, breve storia del futuro, Bompiani. Milano 2018.

    Obiettivi formativi

    L’obbiettivo dell'insegnamento è far acquisire allo studente la consapevolezza del complesso sistema di conoscenze e azioni che regola l’attività progettuale, nonché dell’infinito e affascinante processo di affinamento che ne regola la pratica.
    Durante le comunicazioni e le esperienze pratiche svolte nel corso l’allievo sarà informato su tutti gli aspetti della progettazione: procedure, modalità di sviluppo, tecnologie, materiali e componenti, tecniche di rappresentazione, aspetti psicorelazionali.

    Prerequisiti

    Si richiede la conoscenza del disegno tecnico, dei principi basilari della composizione architettonica, le conoscenze di base per la progettazione di edifici di piccola dimensione.

    Metodologie didattiche

    Le fasi formative individuabili sono tre: esperienze di analisi, svolgimento di un metaprogetto, sviluppo di un progetto architettonico.
    L’articolazione del programma prevede il 25% di ore dedicate alla didattica frontale(DF), il 75% di ore dedicate alla didattica pratica concordata comprensiva di attività pratica guidata e di studio individuale (SI).

    Metodi di valutazione

    La verifica dei livelli raggiunti prevede le seguenti modalità attuative: elaborati grafici e relazioni. Non sono esclusi i modelli di studio. Sono previste tre prove intercorso.

    - Metodi di valutazione.
    L’allievo sarà valutato su tre piani: per la sua partecipazione attiva al corso mediante contributi e interessi manifestati durante gli incontri, per la progressione con cui ha svolto le prove intercorso, per la qualità del progetto finale connessa alle capacità di rappresentarlo.

    Altre informazioni

    Il metodo formativo, sviluppato in oltre 20 anni di didattica è fondato sulla convinzione che la generazione attuale di allievi ha una formazione quasi esclusivamente digitale e lontana dalla percezione sensibile delle cose del mondo. Di conseguenza ogni informazione del corso sarà trasmessa in modo diretto e materico per sollecitare tutti i sensi (vista, olfatto, udito, tattilità, gusto) mediante: visite in luoghi fisici (cantieri, edifici, piazze, giardini), contatto con i materiali e i componenti del processo costruttivi edilizio, pratica diretta sugli elaborati autentici del progetto.

    Programma del corso

    L'insegnamento è centrato sull’articolazione del processo ideativo nella convinzione che il progetto sia una attività connaturata all’uomo che persegue il tentativo millenario di artificializzare il pianeta con i mezzi che, la cultura a cui appartiene, gli mette a disposizione.
    Il progetto architettonico tende sempre più a diventare un progetto di sostituzione o integrazione edilizia, perché “comunque” si inserisce in un contesto urbanizzato, di conseguenza è inderogabile ricercare il senso di quanto già costruito e il modo attuale di intervenire con nuovi manufatti anche provando a superare le metodologie correnti.
    Il metodo formativo, sviluppato in oltre 20 anni di didattica è fondato sulla convinzione che la generazione attuale di allievi ha una formazione quasi esclusivamente digitale e lontana dalla percezione sensibile delle cose del mondo. Di conseguenza ogni informazione del corso sarà trasmessa in modo diretto e materico per sollecitare tutti i sensi (vista, olfatto, udito, tattilità, gusto) mediante: visite in luoghi fisici (cantieri, edifici, piazze, giardini), contatto con i materiali e i componenti del processo costruttivi edilizio, pratica diretta sugli elaborati autentici del progetto.

    English

    Teaching language

    Italian

    Contents

    The course focuses on the study of the conceptual process through an experience of architectural design. On the basis of theoretical lessons and an articulated design phase, the annual theme consists of an environmental modification carried out to meet needs that can be included in a building of modest size complete with outdoor accommodation.

    Textbook

    A manual and some book of poems is enough to start your own personal experience of knowledge in the belief that, being able to remember very little compared to what exists, it is important to learn to forget to better select. To begin with we suggest: Italo Calvino, American Lessons (six proposals for the third millennium), Garzanti. Milan, 1988.
Domenico de Masi, L'emozione e la regola, Laterza. Bari, 1989.
Douglas Coupland, Life after God, Marco Tropea. Milan 1996.
Ezio Manzini, La Materia dell'Invenzione, Arcadia. Milan 1986.
Andrea Branzi, La crisi della qualità, Edizioni Della Battaglia. Palermo 1997.
Salvatore Cozzolino, Visioni e Costruzioni, Alinea. Florence 2007.
    Yuval Noah Harari, Homo deus, brief history of the future, Bompiani. Milan 2018.

    Training objectives

    The aim of the course is to make the student aware of the complex system of knowledge and actions that regulate the project activity, as well as of the infinite and fascinating process of refinement that regulates the practice.
    During the communications and practical experiences carried out during the course, the student will be informed about all aspects of design: procedures, development methods, technologies, materials and components, techniques of representation, psychorelational aspects.

    Prerequisite

    Knowledge of technical drawing, basic principles of architectural composition, basic knowledge for the design of small buildings are required.

    Teaching methods

    Three training phases can be identified: experiences of analysis, development of a meta-project, development of an architectural project.
    The program consists of 25% of hours dedicated to frontal teaching (DF), 75% of hours dedicated to agreed practical teaching including guided practical activities and individual study (SI).

    Evaluation methods

    The verification of the levels reached foresees the following implementation methods: graphic elaborations and reports. Study models are not excluded. Three tests are planned.

    Others

    The training method, developed in over 20 years of teaching, is based on the conviction that the current generation of students has a training almost exclusively digital and far from the sensitive perception of things in the world. Consequently, all the information in the course will be transmitted in a direct and material way to stimulate all the senses (sight, smell, hearing, tactility, taste) through: visits to physical places (construction sites, buildings, squares, gardens), contact with the materials and components of the building construction process, direct practice on the authentic projects of the project.

    Course Syllabus

    The teaching is centered on the articulation of the ideative process in the belief that the project is an activity inherent in man who pursues the millennial attempt to artificialize the planet with the means made available by the culture to which it belongs.
    The architectural project tends more and more to become a project of replacement or integration building, because "anyway" is part of an urbanized context, so it is imperative to seek the sense of what has already been built and the current way of intervening with new artifacts even trying to overcome the current methodologies.
    The training method, developed in over 20 years of teaching, is based on the conviction that the current generation of students has a training almost exclusively digital and far from the sensitive perception of things in the world. Consequently, all the information in the course will be transmitted in a direct and material way to stimulate all the senses (sight, smell, hearing, tactility, taste) through: visits to physical places (construction sites, buildings, squares, gardens), contact with the materials and components of the building process, direct practice on the authentic drawings of the project.

    facebook logoinstagram buttonyoutube logotype