mail unicampaniaunicampania webcerca

    Alessandra CIRAFICI

    Insegnamento di Laboratorio di Multimedia graphics (a scelta)

    Corso di laurea in DESIGN PER LA MODA

    SSD: ICAR/17

    CFU: 12,00

    ORE PER UNITÀ DIDATTICA: 96,00

    Periodo di Erogazione: Secondo Quadrimestre

    Italiano

    Lingua di insegnamento

    italiano

    Contenuti

    Il corso riguarderà gli aspetti della comunicazione visiva legati all’uso dei new- media digitali ed al loro impatto sull’universo della moda e sulle azioni di branding ad esso legate: i concetti di multimedialità, multimodalità, ipermedialità e interattività saranno studiati con particolare attenzione nel tracciare la relazione fra le discipline tradizionali e gli apporti delle nuove tecnologie nell'ambito della comunicazione di moda.

    Testi di riferimento

    Christian Fuchs Internet and society: Social Theory in the Information Age, Routledge, NewYork, 2008
    Paul Hodkinson, Wolfgang Deike, Youth Cultures: Scenes, Subcultures and Tribes, Routledge, NewYork, 2007
    Byung-Chul Han, In the Swarm. Digital Prospects, The MIT Press, Cambridge, Massachusetts, 2017
    La bibliografia completa, la filmografia, i siti internet e social media consigliati, verranno comunicati agli studenti durante lo svolgimento del laboratorio e in virtù dei temi di esercitazione proposti.

    Obiettivi formativi

    Obiettivo del corso è introdurre gli allievi ad un approccio che vede il design multimediale come un sistema complesso in cui confluiscono i differenti linguaggi della comunicazione e della comunicazione di moda in particolare. Dopo una introduzione sul concetto di identità e di applicazione del concetto di identità al progetto di brand nella comunicazione di moda, saranno affrontati i temi specifici della multimedialità, della moltimodaltà. L’ipermedialità e l’interattività saranno approfondite attraverso l’analisi teorica delle diverse forme di comunicazione audiovisiva; oltre a riflessioni teoriche sull’uso della progressione temporale e della grafica di flusso.
    Una particolare attenzione sarà data agli aspetti dei ‘social’ a cui sarà dedicato un seminario di approfondimento con una serie di incontri dedicati all’approfondimento formativo sulla capacità di osservazione e lettura sociologica della moda 2.0 finalizzato all’educazione di un pensiero critico e indipendente.
    Il percorso mirerà a mettere gli allievi in condizione di:
    2. osservare e comprendere i fenomeni legati alla comunicazione della moda
    3. saper costruire gli elementi identitari di un brand e saperli declinare in una narrativa convincente
    4. conoscere ed utilizzare in modo consapevole le potennzialità dei linguaggi social nell'ambito della moda

    Prerequisiti

    Buona conoscenza dei programmi di grafica digitale (vettoriale e multimediale)

    Metodologie didattiche

    - Lezioni frontali e in cui vengono affrontati i fondamenti teorici della disciplina, privilegiando modalità interattive di apprendimento (gli studenti sono invitati a partecipare alla discussione con autonomia di giudizio, esprimendo idee, formulando domande, presentando esempi).
    - Attività laboratoriali in aula durante le quali le acquisizioni teoriche sono oggetto di sperimentazione pratica e di dibattito collegiale privilegiando la modalità della interazione, del giudizio collettivo del confronto di idee.
    - Revisioni collegiali dei lavori invividuali e di gruppo assegnati come approfondimento tematico.
    - Presentazioni ed esposizioni in aula: agli studenti viene chiesto di presentare, individualmente o in gruppo, i lavori elaborati (utilizzando oltre alla esposizione orale la presentazione degli elaborati anche con il supporto di strumenti tipo digitale).
    - Studio individuale: agli studenti vengono suggeriti libri di testo, articoli di riviste scientifiche, funzionali allo sviluppo di autonome capacità di apprendimento e di giudizio

    Metodi di valutazione

    La prova finale consiste in un colloquio sugli argomenti teorici affrontati durante il percorso e nella presentazione di un book di elaborati grafici assegnati durante il corso.
    La valutazione avverrà come giudizio ponderato fra la frequenza al laboratorio, la partecipazione attiva alle esercitazioni in aula e gli esiti degli elaborati realizzati sui temi d’anno. In particolare gli studenti, sulla base delle lezioni teoriche e delle esercitazioni in aula dovranno dimostrare di aver acquisito competenze, consapevolezza e abilità circa:
    il concetto di identità, le strategie di comunicazione nell'ambito del prodotto moda, il ruolo il controllo dei sistemi grafici e rappresentativi, la ricerca di fonti iconografiche, la consapevolezza della processualità critica e operativa del progetto, la adeguatezza del linguaggio tecnico e scientifico della disciplina, la capacità di sintesi e chiarezza espositiva

    Programma del corso

    1. Segni di identità e struttura comunicativa
    dimensione sistemica
    modelli cominicativi
    strumenti notazionali

    2. Coordinate comunicative
    grafemi
    morgemi
    cromie
    3. Brand perception
    perceptioning e progetto di marca
    ttTarget, posizionamento e potenzialità d'impresa

    4. La grafica di movimento nella comunicazione di moda
    Evoluzione della grafica in movimento.
    La relazione tra immagine e testo.
    L’iconicità della parola.
    Comunicare con le immagini.
    La grafica di flusso: i programmi di informazione.
    Comunicazione multimediale e scrittura ipertestuale.
    La grafica di flusso: dai giornali ai portalia i social media.
    La gestione delle informazioni in rete
    Legami tra i dati e interazioni tra i media.
    Case history: analisi delle relazioni tra arte e multimedialità.

    5. Cenni di storia sociale dei media.
    I nuovi media e il loro rapporto con la società dell’informazione.
    La comunicazione globale: le nuove forme della comunicazione.

    6. Il progetto multimediale: poetiche e strategie.

    7. Seminario: Il ciclo di lezioni rappresenterà un approfondimento formativo sulla capacità di osservazione e lettura sociologica della moda 2.0 finalizzato all’educazione di un pensiero critico e indipendente. Uno sguardo ampio e allargato su fenomeni complessi di natura sociale dove la moda come una spugna assorbe contaminandosi con ambiti disciplinari differenti (marketing, economia, arte, architettura, design) e si propone come linguaggio centrale dei processi di esteticità diffusa che segnano i nostri scenari culturali

    English

    Teaching language

    italian

    Contents

    The course will cover aspects of visual communication related to the use of new digital media and their impact on the universe of fashion and on branding actions related to it: the concepts of multimedia, multimodality, hypermedia and interactivity will be studied with particular attention in tracing the relationship between traditional disciplines and the contributions of new technologies in the field of fashion communication.

    Textbook

    Christian Fuchs Internet and society: Social Theory in the Information Age, Routledge, NewYork, 2008
    Paul Hodkinson, Wolfgang Deike, Youth Cultures: Scenes, Subcultures and Tribes, Routledge, NewYork, 2007
    Byung-Chul Han, In the Swarm. Digital Prospects, The MIT Press, Cambridge, Massachusetts, 2017
    A complete bibliography, the filmography, the recommended websites and social media will be communicated to the students during the workshop and in virtue of the proposed themes of practice.

    Training objectives

    The aim of the course is to introduce students to an approach that sees multimedia design as a complex system that brings together the different languages of communication and fashion communication in particular. After an introduction on the concept of identity and the application of the concept of identity to the brand project in fashion communication, the specific themes of multimedia and multi-modality will be addressed. Hypermediality and interactivity will be explored through the theoretical analysis of the different forms of audiovisual communication, as well as theoretical reflections on the use of time progression and flow graphics.
    Particular attention will be given to the aspects of 'social', to which an in-depth seminar will be dedicated with a series of meetings dedicated to the training on the ability to observe and read sociological fashion 2.0 finalized to the education of a critical and independent thought.
    The course will aim to put students in a position to:
    2. observe and understand phenomena related to fashion communication
    3. to know how to construct the identity elements of a brand and to know how to interpret them in a convincing narrative
    4. to know and make conscious use of the potentiality of social languages in the field of fashion

    Prerequisite

    Good knowledge of digital graphics programs (vector and multimedia)

    Teaching methods

    - Frontal lessons in which the theoretical foundations of the discipline are addressed, favouring interactive learning methods (students are invited to participate in the discussion with autonomy of judgment, expressing ideas, formulating questions, presenting examples).
    - Workshop activities in the classroom during which the theoretical acquisitions are the subject of practical experimentation and collegial debate, focusing on the mode of interaction, collective judgment and the comparison of ideas.
    - Collegial reviews of invividual and group works assigned as a thematic study.
    - Presentations and exhibitions in the classroom: students are asked to present, individually or in groups, the works elaborated (using, in addition to the oral exposition, the presentation of the works also with the support of digital tools).
    - Individual study: students are suggested textbooks, articles from scientific journals, functional to the development of autonomous learning and judgement skills.

    Evaluation methods

    The final test consists of an interview on the theoretical topics covered during the course and the presentation of a book of graphic works assigned during the course.
    The evaluation will be made as a weighted judgment between attendance at the workshop, active participation in classroom exercises and the results of the work done on the topics of the year. In particular, students, on the basis of theoretical lessons and classroom exercises must demonstrate that they have acquired skills, awareness and skills about:
    the concept of identity, communication strategies within the fashion product, the role of control of graphic and representative systems, the search for iconographic sources, the awareness of the critical and operational process of the project, the adequacy of the technical and scientific language of the discipline, the ability to synthesize and clarity of the exhibition

    Course Syllabus

    1. Identity marks and communication structure
    systemic dimension
    cominicative models
    notational instruments

    2. Communication coordinates
    graphemes
    forms
    colors

    3. Brand perception
    perceptioning and brand project
    Target, positioning and business potential

    4. Movement graphics in fashion communication
    Evolution of moving graphics.
    The relationship between image and text.
    The iconicity of the word.
    Communicating with images.
    Flow graphics: information programs.
    Multimedia communication and hypertext writing.
    Flow graphics: from newspapers to portals and social media.
    The management of information on the web
    Data links and media interactions.
    Case history: analysis of the relationships between art and multimedia.
    5. Nods of social history of the media.
    New media and their relationship with the information society.
    Global communication: the new forms of communication.

    6. The multimedia project: poetics and strategies.

    7. Seminar: The series of lectures will represent a formative deepening on the ability of sociological observation and reading of fashion 2.0 aimed at the education of a critical and independent thought. A broad and wide-ranging look at complex phenomena of a social nature where fashion, like a sponge, absorbs and contaminates itself with different disciplines (marketing, economics, art, architecture, design) and is proposed as the central language of the processes of widespread aesthetics that mark our cultural scenarios.

    facebook logoinstagram buttonyoutube logotype