mail unicampaniaunicampania webcerca

    Maria Dolores MORELLI

    Insegnamento di LABORATORIO DI DESIGN PER LA MODA 2

    Corso di laurea in DESIGN PER LA MODA

    SSD: ICAR/13

    CFU: 12,00

    ORE PER UNITÀ DIDATTICA: 96,00

    Periodo di Erogazione: Secondo Quadrimestre

    Italiano

    Lingua di insegnamento

    ITALIANO

    Contenuti

    ABITO MEDITERRANEO, parte dall'accezione ampliata del termine latino habitus come abitudine, modo di vivere, abitare, vestirsi e si compone di “varie azioni ” MODA: 1) analisi sensoriale, culturale, ambientale, economica, ecologica del luogo raccolta in un libro-taccuino 2)azione cosmo-etica con la partecipazione al Concorso LANDesign 3) realizzazione di una micro collezione di prodotti (ABITI-ACCESSORI)

    Tutti i prodotti della collezióne, dal lat. collectio -onis, der. di colligĕre «raccogliere», ovvero l’insieme di modelli che formano la produzione di un una stagione, derivano dal processo creativo 3F (forma, funzione, fattibilità)+3E(economia, ecologia, empatia) proprio del LANDesign: conformi, contemporanei e riconoscibili per l’attenta e continua ricerca che parte dalla conoscenza e l’interesse per i temi compositivi fino a giungere al progetto del dettaglio, all’equilibrio tra le parti con connessioni semplici, denunciandone la struttura, in assenza di decorazioni inutili, utilizzando forme e materiali mediterranei nella stretta rispondenza tra funzione e parti (oixonimia-distribuzione).
    Infatti durante il Laboratorio gli studenti saranno impegnati in un Workshop su un dettaglio moda con docenti specializzati.

    ABITO MEDITERRANEO si compone non solo delle “varie azioni ” MODA:, ma anche di TRE SEZIONI ARGOMENTO: studio delle caratteristiche dei prodotti naturali- studio delle trasformazioni dei prodotti naturali- studio delle modificazioni dei prodotti naturali per la MODA, che saranno oggetto di lezioni frontali specifiche attraverso l’approfondimento di seminari,convegni e visite guidate a laboratori e aziende.

    Testi di riferimento

    -AA.VV., voce Cosmetici, Enciclopedia Treccani, 1931
    - Antoine de SAINT-EXUPERY, Il piccolo principe,1943
    - Giò PONTI, Antica casa italiana, in Amate l’architettura, 1957
    - Renato DE FUSCO, Storia del design, 1985 (I edizione)
    - Carlo MARTÌ ARÌS, Le variazioni dell’identità. Il tipo in architettura, 1990
    - Carlo MELOGRANI, Progettare per chi va in tram, 2002
    - Renato DE FUSCO, Una semiotica per il design, 2005
    - Gabriella D'AMATO,Moda e design, stili e accessori del Novecento, 2007
    - Alba CAPPELLERI, Moda e Design:il progetto dell'eccellenza, 2007
    - Renato DE FUSCO, Il design che prima non c'era, 2008.
    - Renato DE FUSCO, ll Gusto come convenzione storica in arte, architettura e design, 2010
    - Maria Dolores MORELLI, Design Mediterraneo, Napoli 2012
    - Sabina MARTUSCIELLO, Landesign, Napoli 2012
    - Sabina MARTUSCIELLO, Maria Dolores MORELLI, SEMIdesign, Napoli 2012
    -Papa Francesco, Laudato Si, Roma 2015
    -Roberto LIBERTI, M.Dolores MORELLI, LOOK n.2, rivista on line 2018
    - www.ali-ment-azione.it; www.chimicare.org

    Obiettivi formativi

    ABITO MEDITERRANEO vuole educare attraverso azioni, progetti e prodotti al tema della MODA SOSTENIBILE, ECOLOGICA, NATURALE, COLTA.

    ABITO MEDITERRANEO è una sezione del Progetto di Ricerca applicata
    Landesign _ (Responsabili scientifici proff. Morelli/Martusciello) selezionato dall' ADI COMPASSO D’ORO INTERNATIONAL AWARDS 2015 che promuove la filiera reale UNIVERSITA'-SCUOLA-FAMIGLIE-AZIENDE-ENTI.

    L'OBIETTIVO FORMATIVO è E-DUCO/PRO-DUCO, filiera in-formativa, formativa, con-formativa UNIVERSITA-SCUOLA-AZIENDE-ENTI: E-DUCO (nel doppio significato latino di allevare, nutrire, alimentare, estrarre, trarre) e PRO-DUCO (nel significato di promuovere, generare,realizzare) sui temi del recupero culturale, del territorio, del DESIGN (ABITO MEDITERRANEO) attraverso la conoscenza, la cura, la cultura (LANDESIGN).

    Prerequisiti

    L'Università deve formare dei gentlman, uomini educati che alimentano la conoscenza quale dinamica intesa con la verità. Fine dell'Università non è far nascere nuovi geni, leaders politici o autori immortali — sebbene molti di essi sorgeranno fra le sue mura — ma formare personalità mature, dotate di «libertà, equità, moderazione, calma e saggezza» e PASSIONE (Newman, "The Idea of University") .

    -ABITO MEDITERRANEO è un'azione profondamente etica che diventa estetica, in ogni progetto accanto alla triade vitruviana sono necessarie le 3 F (forma, funzione, fattibilità) le 3 E (ecologia, economia, empatia).

    - ABITO MEDITERRANEO promuove tradizione e innovazione attraverso la COSMO-ETICA: azioni per la bellezza e il riequilibrio degli ambienti, degli spazi, delle persone, che partono dal recupero e salvaguardia del territorio fino allo studio del contenuto nutraceutico degli scarti naturali che colorano e compongono i tessuti degli abiti della collezione.

    - ABITO MEDITERRANEO non parte dal CONCEPT ma dal DESIGN (che è il TIPO); non utilizza il PACKAGING ma è mette in relazione CONTENUTO e CONTENITORE (che è necessario e sufficiente) quindi appropriato ed ecologico.

    Metodologie didattiche

    Partecipazione a Concorsi Internazionali e workshop

    Metodi di valutazione

    N°2 Verifiche previste con esposizione orale dei testi in bibliografia e dell'analisi sensoriale, culturale, ambientale, economica, ecologica raccolta in un libro-taccuino personale.
    Prove ex-tempore mensili sui temi del corso.

    L'Esame finale prevede l'esposizione orale dei testi in bibliografia e delle “varie azioni ” MODA

    Altre informazioni

    La valutazione finale è data dalla sintesi dei risultati raggiunti nella esposizione orale dei testi in bibliografia e dei lavori finali prodotti, nella verifica della I parte del corso e nelle prove ex-tempore mensili. Notevole importanza è data dalla frequenza "produttiva" alle lezioni frontali, ai seminari, ai convegni e alle visite guidate.

    Programma del corso

    L'Università deve formare dei gentlman, uomini educati che alimentano la conoscenza quale dinamica intesa con la verità. Fine dell'Università non è far nascere nuovi geni, leaders politici o autori immortali — sebbene molti di essi sorgeranno fra le sue mura — ma formare personalità mature, dotate di «libertà, equità, moderazione, calma e saggezza» e PASSIONE (Newman, "The Idea of University") .

    -ABITO MEDITERRANEO è un'azione profondamente etica che diventa estetica, in ogni progetto accanto alla triade vitruviana sono necessarie le 3 F (forma, funzione, fattibilità) le 3 E (ecologia, economia, empatia).

    - ABITO MEDITERRANEO promuove tradizione e innovazione attraverso la COSMO-ETICA: azioni per la bellezza e il riequilibrio degli ambienti, degli spazi, delle persone, che partono dal recupero e salvaguardia del territorio fino allo studio del contenuto nutraceutico degli scarti naturali che colorano e compongono i tessuti degli abiti della collezione.

    - ABITO MEDITERRANEO non parte dal CONCEPT ma dal DESIGN (che è il TIPO); non utilizza il PACKAGING ma è mette in relazione CONTENUTO e CONTENITORE (che è necessario e sufficiente) quindi appropriato ed ecologico.ABITO MEDITERRANEO vuole educare attraverso azioni, progetti e prodotti al tema della MODA SOSTENIBILE, ECOLOGICA, NATURALE, COLTA.

    ABITO MEDITERRANEO è una sezione del Progetto di Ricerca applicata
    Landesign _ (Responsabili scientifici proff. Morelli/Martusciello) selezionato dall' ADI COMPASSO D’ORO INTERNATIONAL AWARDS 2015 che promuove la filiera reale UNIVERSITA'-SCUOLA-FAMIGLIE-AZIENDE-ENTI.

    L'OBIETTIVO FORMATIVO è E-DUCO/PRO-DUCO, filiera in-formativa, formativa, con-formativa UNIVERSITA-SCUOLA-AZIENDE-ENTI: E-DUCO (nel doppio significato latino di allevare, nutrire, alimentare, estrarre, trarre) e PRO-DUCO (nel significato di promuovere, generare,realizzare) sui temi del recupero culturale, del territorio, del DESIGN (ABITO MEDITERRANEO) attraverso la conoscenza, la cura, la cultura (LANDESIGN).

    English

    Teaching language

    Italian

    Contents

    Mediterranean dress, part of the enlarged meaning of the Latin term habitus as habit, way of life, living, dressing and is composed of "various actions" fashion: 1) sensory, cultural, environmental, economic, ecological analysis of the place collected in a Book-Notebook 2) Action Cosmo-Ethics with the participation in the competition Landesign 3) Realization of a micro collection of products (clothing-Accessories) all the products of the Collezióne, Dal lat. Collectio-Onis, der. of Colligĕre «to collect», or the set of models that form the production of one season, derive from the creative process 3f (form, function, feasibility) + 3e (economy, ecology, empathy) of the landesign: conform, contemporary and recognizable For the careful and continuous research that starts from the knowledge and the interest for the compositive themes up to the design of the detail, the balance between the parties with simple connections, denouning the structure, in the absence of unnecessary decorations.
    Using Mediterranean shapes and materials in the close correspondence between function and parts (oixonimia-distribution).
    In fact during the workshop students will be involved in a workshop on a fashion detail with specialized teachers.

    Mediterranean dress is composed not only of the "various actions" fashion:, but also of three sections topic: Study of the characteristics of natural products-study of the transformations of natural products-study of the modifications of natural products for fashion, which will be the subject of specific frontal lectures through the deepening of seminars, conventions and guided visits to laboratories and companies.

    Textbook

    -AA.VV., voce Cosmetici, Enciclopedia Treccani, 1931
    - Antoine de SAINT-EXUPERY, Il piccolo principe,1943
    - Giò PONTI, Antica casa italiana, in Amate l’architettura, 1957
    - Renato DE FUSCO, Storia del design, 1985 (I edizione)
    - Carlo MARTÌ ARÌS, Le variazioni dell’identità. Il tipo in architettura, 1990
    - Carlo MELOGRANI, Progettare per chi va in tram, 2002
    - Renato DE FUSCO, Una semiotica per il design, 2005
    - Gabriella D'AMATO,Moda e design, stili e accessori del Novecento, 2007
    - Alba CAPPELLERI, Moda e Design:il progetto dell'eccellenza, 2007
    - Renato DE FUSCO, Il design che prima non c'era, 2008.
    - Renato DE FUSCO, ll Gusto come convenzione storica in arte, architettura e design, 2010
    - Maria Dolores MORELLI, Design Mediterraneo, Napoli 2012
    - Sabina MARTUSCIELLO, Landesign, Napoli 2012
    - Sabina MARTUSCIELLO, Maria Dolores MORELLI, SEMIdesign, Napoli 2012
    -Papa Francesco, Laudato Si, Roma 2015
    -Roberto LIBERTI, M.Dolores MORELLI, LOOK n.2, rivista on line 2018
    - www.ali-ment-azione.it; www.chimicare.org

    Training objectives

    Mediterranean dress wants to educate through actions, projects and products to the topic of sustainable, ecological, natural, cultured fashion.

    Mediterranean dress is a section of the Applied research project
    Landesign_ (Scientific Experts proff. Morelli/Martusciello) selected by the ADI COMPASSO d'oro INTERNATIONAL AWARDS 2015, which promotes the real sector University-school-families-companies-organizations.

    The training objective is E-Duco/PRO-Duco, in-formative, formative, with-formative, university-school-companies-entities: E-Duco (in Latin double meaning to breed, nourish, feed, extract, draw) and PRO-Duco (in the meaning of promoting, Generate, realize) on the themes of cultural recovery, territory, design (Mediterranean dress) through knowledge, care, culture (landesign).

    Prerequisite

    The university must form Gentlmans, educated men who nurture knowledge as a dynamic understood with the truth. The end of the university is not to create new genes, political leaders or immortal authors — although many of them will arise within its walls — but to form mature personalities, endowed with "freedom, fairness, moderation, calm and wisdom" and passion (Newman, "The Idea of University ").

    -Mediterranean dress is a deeply ethical action that becomes aesthetic, in every project next to the Vitruvian Triad are necessary the 3 F (form, function, feasibility) the 3 E (ecology, economy, empathy).

    -Mediterranean dress promotes tradition and innovation through the cosmos-ethics: Actions for the beauty and rebalancing of environments, spaces, people, which start from the recovery and preservation of the territory until the study of the nutraceutical content Natural scraps that color and make up the fabrics of the clothing of the collection.

    -Mediterranean dress does not part from the CONCEPT but from the DESIGN (which is the type); It does not use PACKAGING but it relates content and container (which is necessary and sufficient) therefore appropriate and environmentally friendly

    Teaching methods

    Participation in international competitions and workshops

    Evaluation methods

    N ° 2 verifications envisaged with oral exposition of the texts in bibliography and of the sensory analysis, cultural, environmental, economic, ecological collection in a book-Personal notebook.
    Prove ex-tempore mensili sui temi del corso.
    The final exam foresees the oral exposition of the texts in bibliography and the "various actions" fashion

    Others

    The final evaluation is given by the synthesis of the results achieved in the oral exposition of the texts in bibliography and of the final works produced, in the verification of the part of the course and in the ex-tempore monthly tests. Considerable importance is given by the "productive" frequency to the frontal lessons, to the seminars, to the conferences and to the guided visits.

    Course Syllabus

    The university must form Gentlmans, educated men who nurture knowledge as a dynamic understood with the truth. The end of the university is not to create new genes, political leaders or immortal authors — although many of them will arise within its walls — but to form mature personalities, endowed with "freedom, fairness, moderation, calm and wisdom" and passion (Newman, "The Idea of University ").

    -Mediterranean dress is a deeply ethical action that becomes aesthetic, in every project next to the Vitruvian Triad are necessary the 3 F (form, function, feasibility) the 3 E (ecology, economy, empathy).

    -Mediterranean dress promotes tradition and innovation through the cosmos-ethics: Actions for the beauty and rebalancing of environments, spaces, people, which start from the recovery and preservation of the territory until the study of the nutraceutical content Natural scraps that color and make up the fabrics of the clothing of the collection.

    -Mediterranean dress does not part from the CONCEPT but from the DESIGN (which is the type); It does not use PACKAGING but it relates content and container (which is necessary and sufficient) therefore appropriate and environmentally friendly

    Mediterranean dress, part of the enlarged meaning of the Latin term habitus as habit, way of life, living, dressing and is composed of "various actions" fashion: 1) sensory, cultural, environmental, economic, ecological analysis of the place collected in a Book-Notebook 2) Action Cosmo-Ethics with the participation in the competition Landesign 3) Realization of a micro collection of products (clothing-Accessories) all the products of the Collezióne, Dal lat. Collectio-Onis, der. of Colligĕre «to collect», or the set of models that form the production of one season, derive from the creative process 3f (form, function, feasibility) + 3e (economy, ecology, empathy) of the landesign: conform, contemporary and recognizable For the careful and continuous research that starts from the knowledge and the interest for the compositive themes up to the design of the detail, the balance between the parties with simple connections, denouning the structure, in the absence of unnecessary decorations.
    Using Mediterranean shapes and materials in the close correspondence between function and parts (oixonimia-distribution).
    In fact during the workshop students will be involved in a workshop on a fashion detail with specialized teachers.

    Mediterranean dress is composed not only of the "various actions" fashion:, but also of three sections topic: Study of the characteristics of natural products-study of the transformations of natural products-study of the modifications of natural products for fashion, which will be the subject of specific frontal lectures through the deepening of seminars, conventions and guided visits to laboratories and companies.

    facebook logoinstagram buttonyoutube logotype