mail unicampaniaunicampania webcerca

    Adriana GALDERISI

    Insegnamento di Metodi e strumenti di pianificazione urbanistica

    Corso di laurea magistrale a ciclo unico in ARCHITETTURA

    SSD: ICAR/20

    CFU: 10,00

    ORE PER UNITÀ DIDATTICA: 80,00

    Periodo di Erogazione: Primo Quadrimestre

    Italiano

    Lingua di insegnamento

    ITALIANO

    Contenuti

    L’insegnamento affronterà, in chiave teorica ed operativa, i temi della qualità e della rigenerazione urbana, con riferimento alla scala della pianificazione attuativa.
    Le lezioni teoriche, richiameranno il concetto di sostenibilità urbana con riferimento agli obiettivi dell’Agenda 2030, e forniranno approfondimenti su temi emergenti nel dibattito urbanistico attuale, con particolare riferimento al consumo di suolo, alle dotazioni di standard, alle infrastrutture verdi e blu.
    Le attività laboratoriali, in continuità con le lezioni teoriche e in riferimento a ambiti subcomunali da individuare in Comuni della Provincia casertana, saranno orientate a migliorare le dotazioni di standard e le dotazioni ecologiche, attraverso azioni di rigenerazione delle cosiddette "aree negate".

    Testi di riferimento

    Gabellini, P., 2018, Le mutazioni dell’urbanistica. Principi, Tecniche e competenze. Carocci Editore

    Renzoni, C. (2018), Cinquant’anni di Standard Urbanistici, Territorio n°84
    Giaimo, C. (2018) Dopo 50 anni di standard urbanistici in Italia. INU Edizioni

    D’Onofrio, Talia, M. (2015). La rigenerazione urbana alla prova. Franco Angeli

    Riferimenti e dispense su specifici argomenti (es. normativa) saranno forniti durante lo svolgimento del corso.

    Obiettivi formativi

    L’insegnamento, attraverso lezioni frontali e seminari tematici, consente allo studente di approfondire e ampliare le conoscenze di base, già acquisite nei precedenti corsi di urbanistica, su metodi, tecniche e strumenti per guidare la trasformazione/rigenerazione urbana, con particolare riferimento alla scala della pianificazione attuativa, e di affrontare anche attraverso l’esame di casi studio, argomenti emergenti nel dibattito urbanistico attuale.
    Le attività laboratoriali consentono allo studente di applicare le conoscenze teoriche, stimolandone le capacità di: 1) raccogliere, elaborare e interpretare informazioni e dati per la conoscenza dei sistemi urbani; 2) proporre soluzioni a specifiche criticità urbane, in coerenza con gli obiettivi introdotti dall’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.
    Inoltre, le attività laboratoriali favoriscono la capacità dello studente di lavorare in gruppo e ne stimolano le abilità comunicative, guidandolo nella redazione di elaborati grafici e cartografici e nell’individuazione di efficaci modalità di presentazione e comunicazione del proprio lavoro.
    Al termine del percorso formativo, lo studente dovrà possedere almeno le conoscenze di base per l’analisi dei sistemi urbani e dovrà conoscere gli aspetti tecnici e normativi connessi ai processi di pianificazione attuativa.

    Prerequisiti

    Gli studenti devono possedere le conoscenze di base relative alla tecnica e alla pianificazione urbanistica.

    Metodologie didattiche

    I contenuti del presente insegnamento saranno forniti attraverso lezioni frontali, seminari di approfondimento su argomenti emergenti nel dibattito disciplinare affidati a docenti o professionisti esterni, attività laboratoriali mirate a un progetto di rigenerazione di aree dismesse/negate per accrescere le dotazioni urbane ed ecologiche di ambiti urbani selezionati.

    Metodi di valutazione

    La verifica finale sarà effettuata tramite un colloquio orale individuale. Il colloquio riguarderà sia i contenuti delle lezioni teoriche che gli elaborati prodotti dagli studenti durante il corso.
    I requisiti minimi per il superamento della prova riguardano: il possesso delle conoscenze di base per l’analisi dei sistemi urbani, delle conoscenze relative agli aspetti tecnici e normativi connessi agli strumenti di governo delle trasformazioni urbane, con particolare riferimento alla pianificazione attuativa.
    La valutazione finale terrà conto della capacità maturata dallo studente di: utilizzare adeguatamente il linguaggio tecnico della disciplina; presentare efficacemente le conoscenze teoriche acquisite durante il percorso formativo; applicare tali conoscenze alla soluzione di specifici problemi urbani, presentare e comunicare efficacemente l'esito delle attività laboratoriali svolte.

    Altre informazioni

    Il docente fornirà materiali di supporto utili a facilitare lo studio individuale.

    Programma del corso

    Le lezioni teoriche affronteranno gli argomenti dettagliati nel seguito.

    Richiami ai livelli e agli strumenti, generali e settoriali, della Pianificazione Territoriale e Urbanistica in Italia

    Richiami al concetto di sostenibilità e ai principali documenti internazionali sullo sviluppo sostenibile

    La Pianificazione attuativa
    - Il PP in base al dettato della LUN e le modifiche al testo originario (L167/62, L 457/78.)
    - Gli strumenti di Pianificazione Attuativa

    La Programmazione complessa
    - Dal PIN ai Programmi complessi (PRU, PReU, PRiurb, PRUSST.)
    - Panoramica della programmazione dei fondi strutturali (POR e PIT)

    La pianificazione attuativa nella Legge urbanistica della Regione Campania

    English

    Teaching language

    Italian

    Contents

    The course will address, in a theoretical and operational perspective, the issues of urban quality and regeneration, with reference to the scale of implementation planning.
    The theoretical lessons will refer to the concept of urban sustainability, with a specific focus on the objectives of Agenda 2030, and will provide insights into emerging issues in the current urban planning debate, with particular reference to land take phenomenon, residential public services, green and blue infrastructure.
    The laboratory activities, in continuity with the theoretical lessons and in reference to sub-municipal areas to be identified in the municipalities located into the province of Caserta, will be oriented to improve residential public services and ecological features, through the regeneration of the so- called "denied areas".

    Textbook

    Gabellini, P., 2018, Le mutazioni dell’urbanistica. Principi, Tecniche e competenze. Carocci Editore

    Renzoni, C. (2018), Cinquant’anni di Standard Urbanistici, Territorio n°84
    Giaimo, C. (2018) Dopo 50 anni di standard urbanistici in Italia. INU Edizioni

    D’Onofrio, Talia, M. (2015). La rigenerazione urbana alla prova. Franco Angeli

    References and handouts on specific topics (e.g. legislation) will be provided during the course.

    Training objectives

    The course, through lectures and thematic seminars, allows students to deepen and widen the basic knowledge, already gained in previous courses of urban planning, on methods, techniques and tools for guiding urban transformation/regeneration, with particular reference to the scale of implementation planning, and also to address through case studies’ analysis, emerging topics in current urban planning debate.
    Laboratory activities allow students to apply the theoretical knowledge, stimulating the student's abilities to: 1) collect, process and interpret information and data for the knowledge of urban systems; 2) propose solutions to specific urban problems, in line with the objectives introduced by the 2030 Agenda for sustainable development. In addition, laboratory activities promote students' abilities to work in teams and stimulate their communication skills, guiding them in drafting graphics and maps and in identifying effective ways of presenting and communicating their work.
    At the end of the course, the student must have at least the basic knowledge for the analysis of urban systems and must know the technical and regulatory aspects related to the processes of implementation planning.

    Prerequisite

    A basic knowledge of urban planning is required.

    Teaching methods

    The contents of this course will be provided through lectures, seminars on emerging topics in the urban planning debate, also entrusted to external teachers or professionals, laboratory activities addressing the regeneration of dismissed/neglected areas to increase the urban and ecological resources of selected urban areas.

    Evaluation methods

    The final check will be carried out through an individual oral interview. The interview will cover both the contents of the theoretical lessons and the work carried out by the students during the course.
    The minimum requirements for passing the final exam concern: basic knowledge for the analysis of urban systems, knowledge of the technical and regulatory aspects related to the planning process, with particular reference to planning implementation.
    The evaluation will take into account the students’ abilities to: adequately use the technical language of the discipline; effectively present the theoretical knowledge acquired during the training course; apply this knowledge to the solution of specific urban problems; effectively present and communicate the results of the laboratory activities carried out.

    Others

    The teacher will provide supporting materials to facilitate individual study

    Course Syllabus

    Lectures will address the topics detailed below.

    References to the levels and tools, general and sectoral, of Spatial Planning in Italy

    References to the concept of sustainability and to the main international documents on sustainable development

    Implementation planning
    - The PP according to the wording of the LUN and the amendments to the original text (L167/62, L 457/78.)
    - Implementation Planning Tools

    Complex Programs
    - From PIN to complex programs (PRU, PReU, PRiurb, PRUSST.)
    - Overview of Structural Funds programming (POR and PIT)

    Implementation planning in the planning law of the Campania Region

    facebook logoinstagram buttonyoutube logotype