mail unicampaniaunicampania webcerca

    Elena MANZO

    Insegnamento di STORIA DELLA CITTA'

    Corso di laurea magistrale a ciclo unico in ARCHITETTURA

    SSD: ICAR/18

    CFU: 8,00

    ORE PER UNITÀ DIDATTICA: 64,00

    Periodo di Erogazione: Secondo Quadrimestre

    Italiano

    Lingua di insegnamento

    ITALIANO

    Contenuti

    Le lezioni sono organizzate in una parte introduttiva (2 lezioni), un primo modulo (2-3 lezioni), in cui si riepilogano le principali linee evolutive che hanno determinato la formazione delle città dalle origini all’età moderna, e un secondo modulo, in cui si affronta nello specifico la nascita della città contemporanea, con maggiore riguardo al periodo compreso tra la rivoluzione industriale alla Seconda Guerra Mondiale. Con uno sguardo particolare alle dinamiche sociali e culturali connesse ai processi di modificazione territoriale, si approfondisce il tema della città dell’Ottocento e agli elementi costituenti le sue porzioni urbane: ferrovie, gallerie, parchi, sobborghi e periferie.
    Al fine di stimolare le capacità critiche e le riflessioni culturali del discente, nell’ambito del più generale quadro culturale internazionale, sono oggetto di studi specifici quei piani urbanistici e quegli interventi architettonici a scala urbana che hanno costituito modelli e riferimenti culturali nella formazione della città del XIX secolo. In particolare, saranno oggetto di approfondimento i piani di Parigi, Londra, Vienna, Barcellona, Berlino, Amsterdam, Chicago e New York, per quanto attiene le città straniere, mentre Napoli, Milano, Torino, Roma, Firenze e Palermo, per quelle italiane.
    In tale prospettiva, e per sollecitare un più ampio coinvolgimento degli studenti, le lezioni sono integrate con sopralluoghi e intersezioni seminariali, svolte insieme e con il contributo di docenti esperti dei casi studio affrontati, su cui si assegnano esercitazioni specifiche e studi di approfondimento a gruppi di lavoro omogenei. Queste attività costituiranno parte integrante della valutazione in sede di esame.

    Testi di riferimento

    TESTI DI STUDIO:
    Poiché sulle tematiche affrontate nel corso non esiste un manuale specifico di riferimento, testi di studio a carattere generale sono:

    - L. Spagnoli, Storia dell’urbanistica moderna, I, Dal Rinascimento all’età delle Rivoluzioni (1400-1815), Zanichelli, Bologna 2008
    - L. Benevolo, Le origini dell’urbanistica moderna, Universale Laterza, Bari 1968
    - G. Zucconi, La città contesa: dagli ingegneri sanitari agli urbanisti (1855-1942), Jaca Book, Milano 1999.
    - A. Giannetti, La nascita della metropoli Londra, Parigi e Vienna, in «Il Secolo della borghesia», a cura di Cesare De Seta, Utet libreria, Torino 2006.
    G. Zucconi, La città dell’Ottocento, Laterza, Roma-Bari 2001

    BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO:
    Per approfondimenti sugli specifici temi affrontati durante il corso:

    M. Berengo, Città italiana e città europea. Ricerche storiche, Reggio Emilia, Diabasis, 2009
    H.-W. Kruft, Le città utopiche. La città ideale dal XV al XVIII secolo fra utopia e realtà, Laterza, Roma-Bari 1990;
    V. Comoli Mandracci, Torino, in «Le città nella storia d’Italia», a cura di Cesare De Seta, Laterza, Roma – Bari 1989.
    L. Gambi, Milano, , Laterza, Roma-Bari 1982
    C. De Seta, Napoli, Laterza, Roma-Bari 1991
    G. Alisio, Lamont Young: utopia e realtà nell’urbanistica napoletana dell’Ottocento, Officina, Roma 1984.
    G. Fanelli, Firenze, , Laterza, Roma-Bari 1985
    C. de Seta, L. Di Mauro, Palermo, in «Le città nella storia d’Italia», a cura di Cesare De Seta, Laterza, Roma – Bari 1980
    G. Cuccia, "Urbanistica, edilizia, infrastrutture di Roma Capitale 1870-1990. Una Cronologia", Bari 1991
    I. Insolera, "Roma moderna", Torino 1993



    Ulteriori saggi saranno forniti dal docente durante le lezioni. Inoltre, il docente è a disposizione degli studenti per ulteriori approfondimenti di studio delle tematiche affrontate.

    Obiettivi formativi

    Al termine del percorso formativo lo studente è in grado di comprendere il fenomeno dello sviluppo urbano europeo fra XVIII e XX secolo e sa individuarne le principali fasi della trasformazione urbanistica, economica e sociale. Conosce inoltre i maggiori casi, quelli più significativi ed emblematici della città dell’Ottocento.

    Prerequisiti

    Conoscenze di base di storia dell’architettura e della città in età antica, medievale e moderna e di storia dell'architettura contemporanea.

    Metodologie didattiche

    - Lezioni frontali con proiezione di materiale visivo
    - Attività seminariali con la partecipazione di esperti del settore
    - Sopralluoghi
    Sarà organizzata un'attività laboratoriale sul caso studio dello sviluppo dei quartieri di edilizia sociale a Napoli, quale approfondimento delle tematiche trattate.

    Metodi di valutazione

    - Esercitazioni in aula sui sopralluoghi svolti

    - Frequenza e partecipazione al dibattito durante le lezioni seminariali

    - n. 2 Prove intercorso con questionario sugli argomenti trattati

    - Esame orale: l'esame orale andrà ad affiancare e integrare l'esito dei questionari e sarà volto ad accertare le attitudini di sintesi e di critica del discente, nonchè la verifica orale per il riscontro delle capacità a spaziare con agilità nei temi trattati durante le lezioni.

    Programma del corso

    INTRODUZIONE:
    Principali definizioni di “città”


    PRIMO MODULO DIDATTICO: la città Pre-Industriale
    Lineamenti sulla storia della città dall’età antica all’età moderna:

    - La città greca (organizzazione del territorio: acropoli, asty e chora, la polis, il ‘piano ippodameo’, la città ellenistica; caratteri e temi: pritaneo, agorà, teatro, stadio, palestra, ginnasio)
    - La città romana (organizzazione del territorio: civitas, castrum, centuriazione; principali caratteri e temi: foro, basilica, terme, palazzo imperiale, acquedotto, anfiteatro)
    - La città medievale (organizzazione del territorio: città di antica fondazione e città nuove, schemi ortogonali, radiali e schemi spontanei; principali caratteri e temi: cattedrale, palazzo comunale, palazzo del “principe”, piazza, mercati, borghi franchi, torri e fortificazioni, )
    - La città del Rinascimento
    - Le città ideali
    - La Roma di Sisto V
    - Roma e la città del “Barocco”
    - La città del primo Settecento


    SECONDO MODULO DIDATTICO: la città Industriale
    Dalla Rivoluzione Industriale alla Prima Guerra Mondiale

    - la città industriale
    - il socialismo utopistico (Robert Owen, il conte Saint-Simon, Charles Fourier, Jean Baptist Godin,
    - la città dell’Ottocento e le sue declinazioni più esemplificative (Parigi, Londra, Vienna, Barcellona, Napoli, Milano, Torino, Roma, Firenze e Palermo)
    - le Garden Cities
    - la città termale
    - le città balneare
    - il modello haussmanniano
    - la città americana: gli esempi di Chicago e New York,
    - La città del primo Novecento: i casi di Amsterdam e Berlino

    TERZO MODULO DIDATTICO:
    workshop su "Napoli: la formazione della città contemporanea. 1885-1980"

    English

    Teaching language

    Italian

    Contents

    The lessons will be going to organize in an introductory part (2 lessons) and two modules.
    The first module (2-3 lessons) summarizes the main evolutionary lines of the cities, from their origins to the Modern Age. The second module addresses specifically the birth of the Contemporary city, with greater regard to the period between the Industrial Revolution and the Second World War. The topic of the Nineteenth century city and the elements constituting its urban portions will be explored by look that connects social and cultural dynamics to the processes of urban and suburbs territorial development.
    Moreover, we will be explored those urban plans and architectural interventions on an urban scale, which have constituted models and cultural references in the formation of the Nineteenth century cities. They will be analysed and read in connection with the more general international cultural framework in order to stimulate the critical skills and cultural reflections of the learner. More deeply, as far as foreign cities are concerned, they will study the plans of Paris, London, Vienna, Barcelona, Berlin, Amsterdam, Chicago and New York. The focus on Italian cities are going to be on Naples, Milan, Turin, Rome, Florence and Palermo.
    In this perspective, and to encourage a wider involvement of students, the lessons are integrated with inspections and seminar intersections, carried out together and with the contribution of expert teachers of the case studies addressed.
    Specific exercises are assigned and in-depth studies in groups homogeneous work. These activities will form an integral part of the assessment during the examination.

    Textbook

    Bibliographic references

    - L. Spagnoli, Storia dell’urbanistica moderna, I, Dal Rinascimento all’età delle Rivoluzioni (1400-1815), Zanichelli, Bologna 2008
    - L. Benevolo, Le origini dell’urbanistica moderna, Universale Laterza, Bari 1968
    - G. Zucconi, La città contesa: dagli ingegneri sanitari agli urbanisti (1855-1942), Jaca Book, Milano 1999.
    - A. Giannetti, La nascita della metropoli Londra, Parigi e Vienna, in «Il Secolo della borghesia», a cura di Cesare De Seta, Utet libreria, Torino 2006.
    G. Zucconi, La città dell’Ottocento, Laterza, Roma-Bari 2001



    Further bibliographic details:

    M. Berengo, Città italiana e città europea. Ricerche storiche, Reggio Emilia, Diabasis, 2009
    H.-W. Kruft, Le città utopiche. La città ideale dal XV al XVIII secolo fra utopia e realtà, Laterza, Roma-Bari 1990;
    V. Comoli Mandracci, Torino, in «Le città nella storia d’Italia», a cura di Cesare De Seta, Laterza, Roma – Bari 1989.
    L. Gambi, Milano, , Laterza, Roma-Bari 1982
    C. De Seta, Napoli, Laterza, Roma-Bari 1991
    G. Alisio, Lamont Young: utopia e realtà nell’urbanistica napoletana dell’Ottocento, Officina, Roma 1984.
    G. Fanelli, Firenze, , Laterza, Roma-Bari 1985
    C. de Seta, L. Di Mauro, Palermo, in «Le città nella storia d’Italia», a cura di Cesare De Seta, Laterza, Roma – Bari 1980
    G. Cuccia, "Urbanistica, edilizia, infrastrutture di Roma Capitale 1870-1990. Una Cronologia", Bari 1991
    I. Insolera, "Roma moderna", Torino 1993


    Further essays will be provided by the teacher during the lessons. In addition, the teacher is available to students for further study of the issues addressed.

    Training objectives

    At the end of the training course, the student should be able both to understand the phenomenon of European urban development between the Eighteenth and Twentieth centuries, and to know how to identify the main phases of urban, economic and social transformation. He will be going to knows the major cases, the most significant and emblematic of the the Nineteenth century cities.

    Prerequisite

    Basic knowledge of the history of architecture and of the city in ancient, medieval and modern times and of history of contemporary architecture.

    Teaching methods

    - Frontal lessons with projection of visual material
    - Seminar activities with the participation of experts in the sector
    - Inspections
    A workshop activity will be organized on the case study of the development of Naples' social housing districts, in ordre to depth analye of the issues dealt with.

    Evaluation methods

    - Classroom exercises on the inspections carried out

    - Attendance and participation in the debate during the seminar classes

    - n. 2 Tests with a questionnaire on the topics covered

    - Oral exam: the oral examination will complement and complement the outcome of the questionnaires and will be aimed at ascertaining the lecturers' aptitude for synthesis and criticism, as well as their ability to easily navigate the topics dealt with during the lessons

    Course Syllabus

    INTRODUCTION:
    Main definitions of "city"


    FIRST EDUCATIONAL MODULE: the Pre-Industrial city
    Features on the history of the city from the ancient age to the modern age:

    - The Greek city (organization of the territory: acropolis, asty and chora, the polis, the 'ippodameo plan', the Hellenistic city, characters and themes: pritaneo, agora, theater, stadium, gym, gymnasium)
    - The Roman city (organization of the territory: civitas, castrum, centuriation, main characters and themes: forum, basilica, baths, imperial palace, aqueduct, amphitheater)
    - The medieval city (organization of the territory: city of ancient foundation and new cities, orthogonal patterns, radial and spontaneous schemes, main characters and themes: cathedral, town hall, palace of the "prince", square, markets, villages, francs, towers and fortifications,)
    - The city of the Renaissance
    - The ideal cities
    - The Rome of Sisto V
    - Rome and the city of the "Baroque"
    - The city of the early eighteenth century


    SECOND EDUCATIONAL MODULE: the Industrial City
    From the Industrial Revolution to the First World War

    - the industrial city
    - utopian socialism (Robert Owen, Count Saint-Simon, Charles Fourier, Jean Baptist Godin,
    - the city of the nineteenth century and its most exemplary declinations (Paris, London, Vienna, Barcelona, ​​Naples, Milan, Turin, Rome, Florence and Palermo)
    - the Garden Cities
    - the spa town
    - the seaside cities
    - the Haussmannian model
    - the American city: the examples of Chicago and New York,
    - The city of the early twentieth century: the cases of Amsterdam and Berlin

    THIRD DIDACTIC MODULE:
    workshop on "Naples: the formation of the contemporary city. 1885-1980"

    facebook logoinstagram buttonyoutube logotype