mail unicampaniaunicampania webcerca

    Corso di Laurea in Scienze e Tecniche dell'Edilizia

    Classe di Laurea:  L-23 Scienze e Tecniche dell'Edilizia

    Durata: 3 anni

    Crediti: 180 CFU

    Accesso: accesso libero

    Presidente del CdS: Prof.ssa Concetta Lenza

     

    bandiera it Il Corso di Laurea in Scienze e Tecniche dell'Edilizia ha come obiettivo specifico la formazione di una figura professionale che sia in grado di collaborare in maniera consapevole e matura alle attività di analisi, progettazione, manutenzione e adeguamento di opere, e alla gestione di processi e cantieri alla scala edilizia, urbana e territoriale.

    In relazione alle esigenze del contesto e della domanda del potenziale bacino di utenza, la formazione del laureato è soprattutto indirizzata all'intervento sull'ambiente costruito, per individuarne le problematiche di degrado, obsolescenza, dequalificazione formale, arrestare con gli strumenti tecnici i relativi fenomeni e riconvertirne gli esiti verso obiettivi di sicurezza, efficienza, qualità. In tal modo il corso intende offrire al territorio in cui è insediata l'Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli", ma anche alla scala nazionale, un percorso formativo modellato secondo esigenze socialmente condivise e che rappresentano ambiti attuali d'impegno e di occupazione per la figura dell'ingegnere jr o dell’architetto jr. La Laurea in Scienze e Tecniche dell’Edilizia consente infatti la possibilità di iscriversi a uno dei relativi albi professionali.

     

    bandiera it The Degree Course in Building Science and Techniques has the specific objective of forming a professional figure who is able to collaborate in a conscious and mature way in the activities of analysing, designing, maintaining and adapting building works, as well as managing the processes and construction sites on the building, urban and territorial levels. In relation to the needs of the context and the demand of the potential catchment area, the graduate’s learning path is above all directed at intervening on the built environment, identifying the problems of degradation, obsolescence and formal de-qualification, stopping the related phenomena with the relative technical tools and re-converting the results towards the objectives of safety, efficiency and quality. The course aims to offer the territory in which the University of Campania “Luigi Vanvitelli” is located, but also on a national level, a learning path modelled according to socially shared needs, while also representing the current areas of commitment and employment for the figure of a junior engineer or junior architect. The Degree Course in Building Sciences and Techniques allows graduates to register with one of the relative professional orders.

      

      Orario lezioni

      Calendario esami

      Sedute di laurea

      Insegnamenti attivi nell'a.a. 2018/2019

      Qualità della didattica

     

    Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali

    Obiettivi Formativi

    Il Corso di Laurea ha come obiettivo specifico la formazione di una figura professionale capace di collaborare in maniera consapevole alle attività di analisi, progettazione, manutenzione e adeguamento di opere edilizie, e alla gestione di processi costruttivi e di cantieri alla scala architettonica e urbana.  
    In relazione alle esigenze del territorio e alla domanda potenziale del mondo delle imprese e delle professioni, la formazione del laureato è soprattutto indirizzata all'intervento sull'ambiente costruito per individuarne le condizioni di degrado, obsolescenza funzionale e tecnologica, dequalificazione formale, per arrestare i relativi fenomeni e per riconvertirli verso obiettivi di sicurezza, efficienza e qualità. In tal modo il corso offre un percorso formativo modellato per rispondere a finalità socialmente condivise e che definiscono gli ambiti più attuali d'impegno e di occupazione per una figura di professionista jr pienamente riconosciuta dal mondo del lavoro.

    Il laureato sarà reso in grado di comprendere le problematiche del dissesto statico; del risanamento igienico e dell'adeguamento impiantistico, con particolare attenzione agli obiettivi della ecocompatibilità e del risparmio energetico; del riuso e della riconversione di complessi edilizi defunzionalizzati secondo modelli di sviluppo sostenibile; del ridisegno di manufatti civili e di ambienti urbani penalizzati da abbandono o abusivismo e privi di qualità anche estetica. A questo scopo, il laureato dovrà acquisire una matura coscienza storico-critica con attenta capacità di giudizio e una corretta sensibilità formale nei confronti della qualità del costruito; una conoscenza dei sistemi di rilievo e rappresentazione, delle tecniche costruttive e dei materiali, tanto tradizionali che innovativi, specie riciclabili e di scarso impatto sull'ambiente; dei componenti edilizi anche di produzione industriale; del comportamento delle strutture, pure in condizioni di rischio sismico; dei processi costruttivi e gestionali; del quadro legislativo vigente; della tecnica urbanistica e della pianificazione. Tutte queste conoscenze e competenze troveranno un momento di applicazione e verifica nel progetto, di cui il laureato triennale dovrà essere in grado di comprendere gli aspetti metodologici e le fasi operative che ne conseguono.

    Il percorso didattico si articola in 180 crediti, equamente ripartiti nel triennio, compresa la prova finale. La didattica privilegia forme di apprendimento in aula, laboratori e workshop: in particolare, il terzo anno è concepito come momento di sintesi, in cui integrare anche le attività di tirocinio per attivare un contatto diretto con cantieri e industrie edilizie e avvicinare lo studente al mondo professionale. Al termine, il corso consente, infatti, un immediato inserimento lavorativo presso imprese, aziende, amministrazioni pubbliche, studi professionali, nonché l’iscrizione nell’albo degli Architetti – sezione juniores oppure degli Ingegneri – sezione juniores. Inoltre, esso permette anche una prosecuzione nelle lauree magistrali secondo una filiera coerente. In proposito, il percorso formativo previsto dall’ordinamento didattico, oltre a soddisfare gli 81 crediti complessivi indispensabili per la classe L23, contempla pure il soddisfacimento delle attività richieste per la classe L17 (Scienze dell'architettura), pari a 108 CFU, in modo da permettere l'eventuale iscrizione, senza debiti formativi, alla classe magistrale LM4 “Architettura e Ingegneria edile-Architettura”, erogata presso lo stesso Dipartimento.

     

    Sbocchi professionali

    Tecnici delle costruzioni civili e professioni assimilate - (3.1.3.5.0).

    Requisiti di Ammissione

    Requisiti di Ammissione

    Il Corso è ad accesso libero e non è prevista alcuna procedura selettiva che possa precludere l'immatricolazione. Si richiede, invece, dopo l'immatricolazione, una verifica obbligatoria delle conoscenze preliminari nelle discipline di base, per evidenziare eventuali lacune da colmare. Tale verifica avviene tramite test riguardanti matematica e storia, riferiti ai contenuti previsti nelle scuole secondarie superiori. Per gli studenti che conseguono esiti negativi, i docenti provvederanno a individuare attività di recupero necessarie per l'allineamento delle conoscenze. Per agevolare l’assolvimento di quest’obbligo formativo, sono resi accessibili sul sito test di esercitazione intesi come prove di autovalutazione. 

    Regolamenti didattici

    Manifesto degli studi

    Manifesto degli studi

    Il Manifesto degli Studi descrive l'offerta formativa del Corso di Studi, con indicazione degli insegnamenti per ciascun anno di corso, dei relativi SSD e dei crediti formativi per ciascun insegnamento. Esso si riferisce a tutti gli anni accademici che saranno frequentati dalla coorte relativa all'anno di riferimento.

     

    Manifesto degli Studi 2018-19

    Manifesto degli Studi 2017-18

    Manifesto degli Studi 2016-17

    facebook logogoogle plus logo buttonyoutube logotype